N. 4 | LINKEDIN: UN USO QUOTIDIANO

UN USO QUOTIDIANO

LinkedIn conta mezzo miliardo di utenti a livello globale, e l’Italia è uno dei Paesi più attivi a livello europeo con oltre 10 milioni di iscritti. Solo le dimensioni basterebbero per capire quanto sia indispensabile non solo iscriversi ma poterlo utilizzare quotidianamente.Ai numeri si aggiunge la qualità data dalla specifica profilazione della piattaforma: non si tratta di un social network qualunque, dove postare interessi, consigli, vita famigliare.

È il canale utile a cercare e trovare lavoro. 

Perché? Perché è possibile collegarsi con tutti i profili che riteniate interessanti. Certamente è una modalità per attirare l’interesse. Questo è il primo step per poi candidarsi o ottenere un colloquio di lavoro o chiedere dei suggerimenti.Oltre ai collegamenti, non sono da meno i gruppi presenti in questo social. Sono gruppi in cui la profilazione diventa ancora più chiara, settoriale. I gruppi sono il luogo perfetto per condividere le vostre idee o fare domande.Sarà l’occasione per rendere visibile la vostra esperienza e le vostre competenze. Una volta iscritti a LinkedIn quando una persona digiterà il vostro nome potrà avere sotto mano un perfetto, controllato e aggiornato biglietto da visita digitale. Vorresti raccontarti al meglio sul tuo profilo, ma hai bisogno di consigli specifici per te e la tua attività professionale?

Scopri il servizio Build My Career e richiedi un colloquio non impegnativo con i nostri Career Coach! 

elizabethkirk1
elizabethkirk1

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi?

Categorie

Ultimi Post

Longevity in azienda: 5 linee guida per iniziare a occuparsene
Longevity in azienda: 5 linee guida per iniziare a occuparsene

"I trend demografici riguardano sempre più le organizzazioni e la longevità è oggi al primo posto; è necessario che venga vista come una risorsa, piuttosto che come una criticità." Queste le parole di Alessandra Giordano direttore Employability e Career Development di...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO

“Dopo diversi anni a lavorare sodo in una multinazionale, è come se non sapessi vederti fuori da lì, in una forma o un ruolo differente. Perciò, quando ho accolto l’esodo agevolato, ho avuto bisogno di qualcuno che sostenesse il mio percorso, un cammino durante il...

Longevità al lavoro: le 5 mosse per farne un’opportunità
Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials

"Con l’allungamento della vita media spesso in salute, con prospettiva di vivere anche oltre 30 anni dopo il pensionamento, ma con importi pensionistici sempre più bassi, la longevità ormai fa parte della nostra quotidianità." Così inizia l'articolo scritto da Cetti...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI

Ha lavorato in multinazionali, aziende familiari e pubbliche, per circa 35 anni (dei quali 12 vissuti all’estero), oggi Andrea Quadrini, al suo ingresso nella sessantina, affronta una nuova fase della sua vita, quella di senior advisor in una dimensione di maggior...

OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI
OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI

Motivati, ingaggiati, preparati. La motivazione al lavoro è indipendente dall’età? Sì, dicono in coro accademici e studiosi della materia. Per essere più precisi si potrebbe dire che con l’età cambia non tanto la possibilità di essere motivati, ma ciò che motiva. Così...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI

La serenità professionale attrae opportunità Carlo Bianchini racconta il proprio percorso professionale partendo da qualcosa che lavoro non è: apre con la sua vita privata (la moglie, il figlio che studia ingegneria al Politecnico di Milano), l’importanza delle sue...

VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE
VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE

Carriera in ascesa: un desiderio non per tutti Il desiderio di una carriera in ascesa verticale non è obbligatorio. Partiamo da questa premessa perché non è per tutti e non lo è, soprattutto, in tutte le fasi della vita la volontà di accelerare sulla propria...