Non sei nessuno. Come la reputazione virtuale può aiutarti (o no) sul lavoro

Non sei nessuno. Come la reputazione virtuale può aiutarti (o no) sul lavoro

/di Roberta Cassina

È vero che la reputazione online cambia le tue possibilità di carriera?

Che ci piaccia o no le cambia realmente. Motivo? Perché una forte presenza sul web con contributi interessanti (che vengono commentati, che ottengono un numero importante di like o consigli, che generano interazione) ci porta a un miglior posizionamento nel gran mare della realtà virtuale.

In sostanza, la web reputation è il segreto per ottimizzare la nostra visibilità, è il cuore di una buona strategia SEO. Chiaramente per risultare credibile dovremo scalare i social con post che generino seguito e per raggiungere questo obiettivo non bisogna demordere, continuando a produrre contenuti in quantità (magari con un timing definito) e di qualità.

L’immagine virtuale parlerà di noi prima ancora che l’HR ci abbia conosciuto direttamente. Anzi molto spesso, se la nostra web reputation è debole o – peggio – non corrisponde a ciò che viene dichiarato nel CV, non avremo alcuna possibilità di essere chiamati.

Per due ragioni:

  • chi ha una rete più ricca ottiene risultati migliori nelle ricerche dei selezionatori
  • se il nostro profilo online è incoerente con lo storytelling ufficiale che facciamo di noi stessi, perdiamo subito di autorevolezza.

In questo senso la vita virtuale costituisce un mattoncino importante del “self branding”, perché spesso i dettagli che ne emergono determinano il modo in cui viene interpretato ciò che facciamo o diciamo. Con un profilo forte saremo più esposti e potremo anche limitare il colpo di eventuali scivoloni. La costruzione della web reputation è un lavoro che necessita tempo ed energie, ma offre grandi risultati. Non smettiamo di sostentarla, perché ogni azione virtuale è efficace se adattata al contesto, alle circostanze: valutiamo i trend e agiamo con tempestività, non facendoci sfuggire una buona opportunità di visibilità.

Il web non mente e spesso i risultati (sempre misurabili online) sono più vicini di quanto immaginato…

Vuoi saperne di più sulla reputazione online? Clicca qui e Registrati

elizabethkirk1

elizabethkirk1

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi?

Categorie

Ultimi Post

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO

“Dopo diversi anni a lavorare sodo in una multinazionale, è come se non sapessi vederti fuori da lì, in una forma o un ruolo differente. Perciò, quando ho accolto l’esodo agevolato, ho avuto bisogno di qualcuno che sostenesse il mio percorso, un cammino durante il...

Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials
Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials

"Con l’allungamento della vita media spesso in salute, con prospettiva di vivere anche oltre 30 anni dopo il pensionamento, ma con importi pensionistici sempre più bassi, la longevità ormai fa parte della nostra quotidianità." Così inizia l'articolo scritto da Cetti...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI

Ha lavorato in multinazionali, aziende familiari e pubbliche, per circa 35 anni (dei quali 12 vissuti all’estero), oggi Andrea Quadrini, al suo ingresso nella sessantina, affronta una nuova fase della sua vita, quella di senior advisor in una dimensione di maggior...

OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI
OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI

Motivati, ingaggiati, preparati. La motivazione al lavoro è indipendente dall’età? Sì, dicono in coro accademici e studiosi della materia. Per essere più precisi si potrebbe dire che con l’età cambia non tanto la possibilità di essere motivati, ma ciò che motiva. Così...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI

La serenità professionale attrae opportunità Carlo Bianchini racconta il proprio percorso professionale partendo da qualcosa che lavoro non è: apre con la sua vita privata (la moglie, il figlio che studia ingegneria al Politecnico di Milano), l’importanza delle sue...

VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE
VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE

Carriera in ascesa: un desiderio non per tutti Il desiderio di una carriera in ascesa verticale non è obbligatorio. Partiamo da questa premessa perché non è per tutti e non lo è, soprattutto, in tutte le fasi della vita la volontà di accelerare sulla propria...

QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”
QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”

È necessario che le aziende puntino anche sulla formazione continua per mantenere alto l’engagement sul posto di lavoro Sono triplicati, in dieci anni, gli insoddisfatti del proprio posto di lavoro. Il dato è recentissimo, fa riferimento alla media italiana, e...

Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly
Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly

Gi Group Holding ha annunciato di aver completato con successo l'acquisizione delle attività europee di Staffing di Kelly Milano, 3 gennaio 2023(Nasdaq: KELYA, KELYB), leader a livello mondiale in soluzioni specializzate per i talenti. L’operazione rappresenta la più...