OBIETTIVO PENSIONE: PREPARARSI AL MEGLIO!

obiettivo pensione

Pensione e lavoro non sono due termini in contraddizione, l’una costituisce il meritato coronamento di una vita professionale impegnata e impegnativa.

Puntare alla pensione migliore possibile è, anzi, un obiettivo sul quale lavorare e al quale dedicarsi.

Innanzitutto non accontentandosi di quantificare la pensione, ma prendendo puntuale consapevolezza della propria situazione. È un’esigenza alla quale i calcolatori automatici – certo utilissimi per una prima valutazione – non riescono a fornire adeguata risposta. Perché la vita professionale è spesso frastagliata, non lineare, ricca di esperienze diverse, periodi all’estero, tempo dedicato alla formazione, congedi, aspettative, apertura e successive chiusure della partita Iva, consulenze, disoccupazione..

Sono tutte variabili che incidono sul calcolo, complesse da quantificare con precisione. Per questo consultare un esperto può evitare brutte sorprese.Un confronto utile, soprattutto in un momento come quello attuale in cui la normativa in materia continua a subire scossoni e in cui le aziende sono in piena rivoluzione: le risorse umane, infatti, sono impegnate in turn-over e on-boarding che trasformano la people, anche in breve termine, modulando l’esodo di risorse chiave e strutturando l’avvicendamento.

Conviene, allora, essere preparati per tempo a modificare il ritmo dei propri passi, mettendo a fuoco per bene tutti gli elementi, a partire da una valutazione accurata della situazione contributiva e previdenziale.

INTOO ha sviluppato un servizio dedicato, che si chiama appunto “Obiettivo pensione” con esperti che valutano ogni fattore e considerano la convenienza di eventuali riscatti o ricongiunzioni, le possibilità previste per genere o per caratteristiche specifiche: un check up e una minuziosa ricostruzione della storia contributiva e previdenziale, oltreché una consulenza approfondita per un’interpretazione critica delle opzioni, con l’individuazione dei vantaggi e l’emersione degli elementi di specificità di ogni percorso.

Perché il fai da te in questo campo è sconsigliato, considerate le numerose riforme alla normativa pensionistica e le particolari situazioni delle aziende, la cui solidità può essere messa in discussione, anche da fattori esogeni come la situazione geopolitica che continua a incidere sui prezzi delle materie prime e dell’energia.

Il punto, insomma, è precorrere i tempi, rimanendo a tempo con le proprie esigenze.

adminita

adminita

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi?

Categorie

Ultimi Post

Longevity in azienda: 5 linee guida per iniziare a occuparsene
Longevity in azienda: 5 linee guida per iniziare a occuparsene

"I trend demografici riguardano sempre più le organizzazioni e la longevità è oggi al primo posto; è necessario che venga vista come una risorsa, piuttosto che come una criticità." Queste le parole di Alessandra Giordano direttore Employability e Career Development di...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO

“Dopo diversi anni a lavorare sodo in una multinazionale, è come se non sapessi vederti fuori da lì, in una forma o un ruolo differente. Perciò, quando ho accolto l’esodo agevolato, ho avuto bisogno di qualcuno che sostenesse il mio percorso, un cammino durante il...

Longevità al lavoro: le 5 mosse per farne un’opportunità
Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials

"Con l’allungamento della vita media spesso in salute, con prospettiva di vivere anche oltre 30 anni dopo il pensionamento, ma con importi pensionistici sempre più bassi, la longevità ormai fa parte della nostra quotidianità." Così inizia l'articolo scritto da Cetti...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI

Ha lavorato in multinazionali, aziende familiari e pubbliche, per circa 35 anni (dei quali 12 vissuti all’estero), oggi Andrea Quadrini, al suo ingresso nella sessantina, affronta una nuova fase della sua vita, quella di senior advisor in una dimensione di maggior...

OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI
OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI

Motivati, ingaggiati, preparati. La motivazione al lavoro è indipendente dall’età? Sì, dicono in coro accademici e studiosi della materia. Per essere più precisi si potrebbe dire che con l’età cambia non tanto la possibilità di essere motivati, ma ciò che motiva. Così...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI

La serenità professionale attrae opportunità Carlo Bianchini racconta il proprio percorso professionale partendo da qualcosa che lavoro non è: apre con la sua vita privata (la moglie, il figlio che studia ingegneria al Politecnico di Milano), l’importanza delle sue...

VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE
VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE

Carriera in ascesa: un desiderio non per tutti Il desiderio di una carriera in ascesa verticale non è obbligatorio. Partiamo da questa premessa perché non è per tutti e non lo è, soprattutto, in tutte le fasi della vita la volontà di accelerare sulla propria...