N. 3 | COSA NON È PERSONAL BRANDING: 2 REGOLE (PER NON SBAGLIARE)

Proviamo a sgombrare subito il campo da incomprensioni su cosa voglia dire concretamente intendere sé stessi come un brand da spendere.

  • Non esageriamo. Un esperto nel nostro campo si renderà conto in breve tempo se abbiamo “gonfiato” determinate skills. E certo non ci faremo una bella figura, anzi avremo distrutto in una sola mossa tutto ciò che di buono avevamo seminato in passato.

Questo è una leggerezza tipica dei giovani alle prese con i primi curriculum vitae, e che gli HR conoscono fin troppo bene.

  • Non vendiamoci. La questione nodale del Personal Branding è il coltivare nel tempo la propria reputazione. Giorno dopo giorno. Non dobbiamo “piazzarci”. Dobbiamo dimostrare il nostro valore e la nostra unicità per far sì che sia l’occasione giusta a venirci a cercare.

Ci vuole impegno ed energia, ma è un lavoro estremamente interessante, che generalmente porta ad incrementare la rete di chi ci conosce e stima ciò che facciamo. È questo il valore aggiunto di puntare non tanto sul nostro job title o sull’importanza della società per la quale lavoriamo. Parliamo di noi, dei nostri valori, del nostro modo di intendere un compito da portare a termine, delle skills che ci permettono di affrontare determinati passi.

E attenzione, non avremo esaurito il compito aprendo il nostro blog e postando ogni tanto. Un autentico Personal Branding parte molto prima e, per certi versi, arriva oltre.

Possiamo costruirlo online come offline, anzi, va costruito su entrambi i fronti. Internet e in particolare i social media oggi possono essere considerati il doping del PB. Perché ciò che prima i partner, i clienti, i collaboratori bisbigliavano tra loro appena uscivamo dalla porta, ora può essere amplificato – nel bene e nel male – in rete. E allora meglio esserci e partecipare attivamente alla costruzione della nostra reputazione.[vc_cta h2=”! APPROFONDIMENTI !” color=”green”]

  • “3 Mosse per un buon Personal Branding” CLICCA QUI
  • “Steve Jobs: un clamoroso caso di PB” CLICCA QUI

Cosa aspetti? Inizia il tuo percorso di cambiamento professionale, scopri il servizio Build My Career e scarica la Guida Gratuita  “I 4 Pilastri Indispensabili per affrontare il Mercato”.[/vc_cta][vc_btn title=”Registrati & Scarica la Guida Gratuita” color=”green” align=”center” link=”url:https%3A%2F%2Fit.myintoo.com%2Fregistrationintoo%23personal_data|target:_blank”][/vc_column][/vc_row]

elizabethkirk1

elizabethkirk1

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi?

Categorie

Ultimi Post

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO

“Dopo diversi anni a lavorare sodo in una multinazionale, è come se non sapessi vederti fuori da lì, in una forma o un ruolo differente. Perciò, quando ho accolto l’esodo agevolato, ho avuto bisogno di qualcuno che sostenesse il mio percorso, un cammino durante il...

Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials
Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials

"Con l’allungamento della vita media spesso in salute, con prospettiva di vivere anche oltre 30 anni dopo il pensionamento, ma con importi pensionistici sempre più bassi, la longevità ormai fa parte della nostra quotidianità." Così inizia l'articolo scritto da Cetti...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI

Ha lavorato in multinazionali, aziende familiari e pubbliche, per circa 35 anni (dei quali 12 vissuti all’estero), oggi Andrea Quadrini, al suo ingresso nella sessantina, affronta una nuova fase della sua vita, quella di senior advisor in una dimensione di maggior...

OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI
OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI

Motivati, ingaggiati, preparati. La motivazione al lavoro è indipendente dall’età? Sì, dicono in coro accademici e studiosi della materia. Per essere più precisi si potrebbe dire che con l’età cambia non tanto la possibilità di essere motivati, ma ciò che motiva. Così...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI

La serenità professionale attrae opportunità Carlo Bianchini racconta il proprio percorso professionale partendo da qualcosa che lavoro non è: apre con la sua vita privata (la moglie, il figlio che studia ingegneria al Politecnico di Milano), l’importanza delle sue...

VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE
VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE

Carriera in ascesa: un desiderio non per tutti Il desiderio di una carriera in ascesa verticale non è obbligatorio. Partiamo da questa premessa perché non è per tutti e non lo è, soprattutto, in tutte le fasi della vita la volontà di accelerare sulla propria...

QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”
QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”

È necessario che le aziende puntino anche sulla formazione continua per mantenere alto l’engagement sul posto di lavoro Sono triplicati, in dieci anni, gli insoddisfatti del proprio posto di lavoro. Il dato è recentissimo, fa riferimento alla media italiana, e...

Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly
Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly

Gi Group Holding ha annunciato di aver completato con successo l'acquisizione delle attività europee di Staffing di Kelly Milano, 3 gennaio 2023(Nasdaq: KELYA, KELYB), leader a livello mondiale in soluzioni specializzate per i talenti. L’operazione rappresenta la più...