Lettera di presentazione: quell’involucro indispensabile

lettera di presentazione

di Redazione INTOO /

Niente blocco dello scrittore. Ad aiutarvi a scrivere la lettera di presentazione ci pensiamo noi

A volte non ce ne rendiamo conto, ma la lettera di presentazione è il primissimo approccio che ciascuno di noi ha con il recruiter. Metaforicamente parlando la lettera potrebbe infatti essere paragonata ad un involucro, una sorta di packaging che contiene poi al suo interno altro materiale, nel caso specifico il CV.
E ciascun packaging che si rispetti ha come scopo quello di catturare l’attenzione di chi lo osserva, magari proprio grazie a quel particolare dettaglio, quel quid che porta poi le persone a sceglierlo tra tanti.

Detto questo, vale davvero la pena di impegnarsi nella stesura di una lettera di presentazione capace di colpire nel segno. Non vorrete mica rischiare di aver un bel contenuto (CV) e non valorizzarlo al meglio, no?

Ecco alcuni semplici consigli.

Come scrivere la lettera di presentazione?

La lettera non parla solo di cosa si è fatto ma anche di cosa si desidererebbe fare. Oltre ad essere un resoconto sul proprio passato lavorativo deve quindi anche fornire uno sguardo verso il futuro.
In ogni caso è molto importante documentarsi cercando informazioni sull’azienda alla quale si desidera inviare la candidatura e, nello specifico, informarsi sul modo in cui opera, se lavora con l’estero e cercare di valutarne punti di merito rispetto alla concorrenza.

La lettera di presentazione, graficamente, si presenta come un testo della lunghezza media di una pagina circa. Per non rischiare di incorrere nel cosiddetto “blocco dello scrittore”, del tutto normale quando ci si trova a dover parlare, o meglio, scrivere di sé, il suggerimento è quello di cercare di rispondere a 5 semplici domande. Eccole qui di seguito.

  • Chi siete: nome, cognome e dati personali. Nell’intestazione, cercate sempre di inserire, dopo accurata ricerca, anche il nome e il cognome del responsabile HR dell’azienda. Se le vostre ricerche non producono risultati il consiglio è quello di non lasciare l’intestazione in bianco, optate quindi per un generico “Alla gentile attenzione del Direttore Risorse Umane”
  • Chi siete professionalmente: dopo aver specificato per quale posizione vi candidate, procedete col riassumere per iscritto la vostra esperienza lavorativa, con tanto di aggiunta di compiti e skills. Meglio non andare troppo nel dettaglio, per questo c’è già il CV
  • Perché scrivete proprio a quella azienda: partiamo dal presupposto che l’azione di personalizzare, seppur noiosa, risulta davvero importante. Perché? La personalizzazione di una lettera si traduce in forte motivazione e desiderio di ottenere il posto di lavoro. Sarebbe quindi bene esporre i motivi per cui siete interessati a quella data posizione, perché vorreste lavorare lì e cosa sareste in grado di offrire in termini di competenze e risultati
  • Obiettivo della vostra ricerca: detto in parole povere vuol dire specificare il proprio obiettivo professionale, le proprie aspirazioni
  • L’eventuale azione successiva alla lettera: ovvero la richiesta di un colloquio o comunque la disponibilità ad un eventuale contatto diretto (vedi telefonata)

E ricordate: per arrivare al CV bisogna così “spacchettare”! Preparate di volta in volta il vostro packaging ad hoc e vedrete che il telefono comincerà a squillare.

 

–> Se desideri approfondire clicca qui.

elizabethkirk1

elizabethkirk1

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi?

Categorie

Ultimi Post

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO

“Dopo diversi anni a lavorare sodo in una multinazionale, è come se non sapessi vederti fuori da lì, in una forma o un ruolo differente. Perciò, quando ho accolto l’esodo agevolato, ho avuto bisogno di qualcuno che sostenesse il mio percorso, un cammino durante il...

Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials
Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials

"Con l’allungamento della vita media spesso in salute, con prospettiva di vivere anche oltre 30 anni dopo il pensionamento, ma con importi pensionistici sempre più bassi, la longevità ormai fa parte della nostra quotidianità." Così inizia l'articolo scritto da Cetti...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI

Ha lavorato in multinazionali, aziende familiari e pubbliche, per circa 35 anni (dei quali 12 vissuti all’estero), oggi Andrea Quadrini, al suo ingresso nella sessantina, affronta una nuova fase della sua vita, quella di senior advisor in una dimensione di maggior...

OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI
OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI

Motivati, ingaggiati, preparati. La motivazione al lavoro è indipendente dall’età? Sì, dicono in coro accademici e studiosi della materia. Per essere più precisi si potrebbe dire che con l’età cambia non tanto la possibilità di essere motivati, ma ciò che motiva. Così...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI

La serenità professionale attrae opportunità Carlo Bianchini racconta il proprio percorso professionale partendo da qualcosa che lavoro non è: apre con la sua vita privata (la moglie, il figlio che studia ingegneria al Politecnico di Milano), l’importanza delle sue...

VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE
VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE

Carriera in ascesa: un desiderio non per tutti Il desiderio di una carriera in ascesa verticale non è obbligatorio. Partiamo da questa premessa perché non è per tutti e non lo è, soprattutto, in tutte le fasi della vita la volontà di accelerare sulla propria...

QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”
QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”

È necessario che le aziende puntino anche sulla formazione continua per mantenere alto l’engagement sul posto di lavoro Sono triplicati, in dieci anni, gli insoddisfatti del proprio posto di lavoro. Il dato è recentissimo, fa riferimento alla media italiana, e...

Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly
Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly

Gi Group Holding ha annunciato di aver completato con successo l'acquisizione delle attività europee di Staffing di Kelly Milano, 3 gennaio 2023(Nasdaq: KELYA, KELYB), leader a livello mondiale in soluzioni specializzate per i talenti. L’operazione rappresenta la più...