L’everest del Colloquio

/di Laura Aldorisio

 

Se il colloquio fosse un provino, il candidato sarebbe l’attore e il selezionatore il regista. C’è chi sta sul palco e chi sceglie.

Chi seleziona che cosa guarda, e quando, per individuare qual è la persona che risponde alla sua ricerca?

Guarda tutto e sempre. Proviamo a dettagliare.

  1. Il selezionatore si forma già una prima idea al telefono, al primo contatto quando comunica ora e luogo del colloquio. Come si risponde, che sia cellulare o via mail, è già un’indicazione preziosa per chi fa questo lavoro.
  2. Mentre il candidato attende di essere chiamato nella stanza dove potrà rispondere a quelle domande. L’attesa deve essere un momento di lavoro, un tempo per esprimere la propria personalità. Non è semplice, ma non ci si può rilassare o non tenere a bada alcuni nervosismi. Anche mentre si aspetta si è già in fase di selezione.
  3. Durante l’intervista vera e propria il candidato è sotto l’occhio di bue, la luce è sulla comunicazione verbale e paraverbale, su quel che si dice o che non si dice pur pensandolo. Si deve poi tenere in mente che chi ci ha chiamato non ha solo letto il curriculm vitae, ma ha anche scritto su Google il nostro nome e il nostro cognome. Ha verificato i risultati e ritenuto adeguato il nostro profilo pubblico. Questo vale per la Rete, ma ancor più per i social network. Il consiglio è di essere coscienti di quel che si scrive perché il virtuale è reale, soprattutto in fase di colloquio. Quello che ognuno scrive dice qualcosa di sé, ne svela in parte la personalità. Per un selezionatore è un elemento chiave da avere in mano e considerare.
  4. Al termine del colloquio l’ambiente sarà diventato più familiare, ma non farti ingannare. Tieni alta l’attenzione sempre. Manca poco, non uscire di strada all’ultima curva. Rimani te stesso ma attento. Familiarità non significa confidenza, nessuna battuta fuori posto o pacche sulle spalle. Sii professionale quale sei.

Ma il selezionatore chi è?

Può essere esterno all’azienda, si tratta quindi di una società di recruiting, o interno, facente capo alla direzione del personale. Il bisogno è univoco: trovare la persona giusta nel minor tempo possibile. In chi si ha di fronte si ricercano le competenze manageriali e tecniche, la motivazione e la struttura culturale che può dimostrare. Si dà particolare rilievo agli obiettivi di lavoro e alle aspirazioni.

Ma come il selezionatore può scoprire se ha davanti la persona giusta?

Semplificando, sono due le strategie che possono essere messe in atto.

  • Un atteggiamento di accoglienza perché il candidato si senta a suo agio e si racconti. È il momento giusto per essere collaborativi e disponibili, per rimanere calmi senza scadere in lamenti o scoraggiarsi per la propria situazione.
  • O un atteggiamento di rigidità per verificare quanto il candidato sopporti una situazione stressante. Non si devono raccogliere le provocazioni e, per quanto possibile, ci si appelli alla calma.

Facile? Per nulla. Per questo INTOO invita i professionisti ad allenarsi a sostenere colloqui. È come scalare una montagna, ma con un po’ di palestra si arriva in cima e con meno fiatone.

Se hai bisogno di una mano Chiedi ai nostri Consulenti di Carriera

elizabethkirk1

elizabethkirk1

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi?

Categorie

Ultimi Post

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A MICHELA CIMMINO

“Dopo diversi anni a lavorare sodo in una multinazionale, è come se non sapessi vederti fuori da lì, in una forma o un ruolo differente. Perciò, quando ho accolto l’esodo agevolato, ho avuto bisogno di qualcuno che sostenesse il mio percorso, un cammino durante il...

Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials
Over 55 e aziende: prepararsi alla stagione dei longennials

"Con l’allungamento della vita media spesso in salute, con prospettiva di vivere anche oltre 30 anni dopo il pensionamento, ma con importi pensionistici sempre più bassi, la longevità ormai fa parte della nostra quotidianità." Così inizia l'articolo scritto da Cetti...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA AD ANDREA QUADRINI

Ha lavorato in multinazionali, aziende familiari e pubbliche, per circa 35 anni (dei quali 12 vissuti all’estero), oggi Andrea Quadrini, al suo ingresso nella sessantina, affronta una nuova fase della sua vita, quella di senior advisor in una dimensione di maggior...

OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI
OVER55, COSÌ CAMBIANO LE LEVE MOTIVAZIONALI

Motivati, ingaggiati, preparati. La motivazione al lavoro è indipendente dall’età? Sì, dicono in coro accademici e studiosi della materia. Per essere più precisi si potrebbe dire che con l’età cambia non tanto la possibilità di essere motivati, ma ciò che motiva. Così...

PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI
PERCORSI DI OUTPLACEMENT: INTERVISTA A CARLO BIANCHINI

La serenità professionale attrae opportunità Carlo Bianchini racconta il proprio percorso professionale partendo da qualcosa che lavoro non è: apre con la sua vita privata (la moglie, il figlio che studia ingegneria al Politecnico di Milano), l’importanza delle sue...

VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE
VOGLIO FARE CARRIERA. I PRIMI PASSI PER INIZIARE BENE

Carriera in ascesa: un desiderio non per tutti Il desiderio di una carriera in ascesa verticale non è obbligatorio. Partiamo da questa premessa perché non è per tutti e non lo è, soprattutto, in tutte le fasi della vita la volontà di accelerare sulla propria...

QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”
QUANDO LE AZIENDE SOGNANO IL “POSTO FISSO”

È necessario che le aziende puntino anche sulla formazione continua per mantenere alto l’engagement sul posto di lavoro Sono triplicati, in dieci anni, gli insoddisfatti del proprio posto di lavoro. Il dato è recentissimo, fa riferimento alla media italiana, e...

Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly
Gi Group Holding acquisisce le attività europee di Staffing di Kelly

Gi Group Holding ha annunciato di aver completato con successo l'acquisizione delle attività europee di Staffing di Kelly Milano, 3 gennaio 2023(Nasdaq: KELYA, KELYB), leader a livello mondiale in soluzioni specializzate per i talenti. L’operazione rappresenta la più...